Mal di testa notturno

Mal di testa notturno

Mal di testa notturno

Un mal di testa notturno può essere presente già prima di addormentarsi e può dipendere da molti fattori: lo stress, un eccessivo affaticamento psicofisico, una cena pesante da digerire, un bicchiere di troppo, una cefalea tensiva insorta durante la giornata e non ancora esaurita.  Ma esiste anche una specifica forma di mal di testa notturno, che insorge esclusivamente dopo che ci si è addormentati, causando un brusco risveglio: come se nella testa suonasse un allarme. Questa variante di mal di testa notturno, ufficialmente inserita nella classificazione della Società internazionale delle Cefalee (International Headache Society, IHS) soltanto nel 2004, viene chiamata "mal di testa del sonno" o "ipnico" ed è considerata una cefalea primaria, ossia non determinata né legata ad altre malattie o fattori esterni identificabili.

il mal di testa notturno

Caratteristiche del mal di testa notturno "del sonno"

Il mal di testa notturno "del sonno" è una cefalea tipica dell'età adulta e degli anziani. In genere, inizia a manifestarsi dopo i 50 anni (anche se sono possibili occasionali esordi più precoci) e, come molte altre forme di mal di testa notturno o diurno, tende a interessare soprattutto le donne (70% circa dei casi). Il dolore, cupo/gravativo, può interessare entrambi i lati della testa, ma più spesso uno solo (67% dei casi), quasi sempre lo stesso.

In genere, dopo aver svegliato dopo poche ore di sonno, questa forma di mal di testa notturno persiste per periodi di tempo variabili da 30 minuti a tre ore, arrivando raramente a superare le quattro ore. L'intensità del dolore è quasi sempre moderata (45% dei casi) o grave (30% circa dei casi), ma in genere non sono presenti altri segni o sintomi. Soltanto la nausea può manifestarsi in una persona su cinque.

Il mal di testa notturno "del sonno" può determinare una diminuzione della qualità di vita di chi ne soffre perché gli attacchi si ripresentano frequentemente, in media dalle 10 alle 15 notti al mese. Ciò fa sì che, oltre alle ripetute ore di dolore, questo mal di testa notturno si associ anche a un significativo debito di sonno, con tutto quel che ne consegue in termini di stanchezza residua durante il giorno, calo delle prestazioni fisiche e intellettive, nervosismo, irritabilità e tono dell'umore non proprio ottimale.

Le cause del mal di testa notturno "del sonno" al momento non sono note. L'ipotesi prevalente è che sia in qualche modo correlato al movimento rapido degli occhi che si verifica durante il sonno REM (la fase di sonno profondo in cui si sogna) o che dipenda da un disturbo dell'orologio biologico. Una possibilità alternativa è che il mal di testa notturno "del sonno" sia una sorta di evoluzione dell'emicrania, dal momento che molte persone soffrono di queste due forme di mal di testa in successione (emicrania da giovani e mal di testa notturno "del sonno" dopo i 50 anni). 

Come trattare il mal di testa notturno

Se per mal di testa notturno si intende una cefalea occasionale già presente prima di coricarsi, il trattamento sintomatico dell'attacco doloroso con un analgesico non oppioide, come ibuprofene sale di arginina (Spididol®), oppure acido acetilsalicilico o paracetamolo, è di norma un rimedio semplice, e bisogna però fare attenzione a non abusarne.

Se, invece, per mal di testa notturno si intende il mal di testa notturno "del sonno", la strategia cambia, sia perché l'insorgenza dell'attacco durante il sonno impedisce di assumere il farmaco sintomatico prima che il dolore si sia consolidato sia perché la ripetizione frequente degli attacchi impone il ricorso a un trattamento profilattico, che deve essere individuato da uno specialista delle cefalee. 

Va detto che contro mal di testa notturno "del sonno", al momento, non esiste una terapia ben codificata. I farmaci che potrebbero essere proposti dal medico per prevenire gli attacchi sono il litio, l'indometacina, la flunarizina e alcuni farmaci antiepilettici, e vanno scelti in funzione delle caratteristiche individuali e della risposta della persona interessata.

Che dolore hai?

Scopri che dolori cura Spididol
e come alleviarli.
Che dolore hai?

SPIDILINE,
i nostri prodotti

Scopri tutte le nostre proposte contro il dolore
Spidiline i nostri prodotti
Autorizzazione ministeriale in data 20/12/2019